Consigli

Malattie della covata delle api

Malattie della covata delle api


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La covata larga è una malattia infettiva che uccide le larve delle api e le giovani pupe. Sul territorio della Russia, questa infezione è diffusa e provoca danni economici, provocando la morte di colonie di api. Per fermare le malattie della covata delle api in tempo, è necessario vedere i loro segni il prima possibile (ad esempio, nella foto), apprendere i metodi di trattamento e prevenzione.

Cos'è questa malattia Sacra covata

Il nome della malattia "Sacred covata" deriva dall'aspetto delle larve malate. Quando vengono infettati, diventano come sacche piene di liquido. L'agente eziologico di questa malattia è un virus neurotropico.

Colpisce le larve della covata stampata di api mellifere, fuchi e regine di tutte le razze. Le più suscettibili alla malattia sono le giovani larve, che hanno da 1 a 3 giorni. Il periodo di incubazione del virus è di 5-6 giorni. Le prepupe muoiono all'età di 8-9 giorni prima di essere sigillate.

La malattia della covata delle api si verifica dopo che un virus è entrato nel corpo, che è molto resistente a tutti i tipi di effetti fisici e chimici:

  • essiccazione;
  • cloroformio;
  • Soluzione alcalina caustica al 3%;
  • Soluzione all'1% di rivanolo e permanganato di potassio.

Il virus mantiene la sua vitalità essendo:

  • sui favi - fino a 3 mesi;
  • nel miele a temperatura ambiente - fino a 1 mese;
  • quando bolle - fino a 10 minuti;
  • alla luce solare diretta - fino a 4-7 ore.

A causa della morte delle larve, la colonia di api si indebolisce, la produttività della pianta del miele diminuisce, nei casi più gravi le colonie muoiono. Le api adulte portano la malattia in forma latente e sono portatrici del virus nella stagione invernale.

La covata sacculare appare nella Russia centrale, all'inizio di giugno. Nelle regioni meridionali un po 'prima - a maggio. Durante l'abbondante pianta estiva del miele, la malattia si attenua o scompare del tutto. Può sembrare che le api abbiano affrontato il virus da sole. Ma all'inizio di agosto o nella prossima primavera, una malattia non trattata si manifesta con rinnovato vigore.

Possibili cause di infezione

I portatori dell'infezione sono considerati api adulte, nel cui corpo il virus persiste per tutto l'inverno. Diversi insetti possono trasmettere il virus:

  • all'interno della famiglia la malattia è diffusa dalle api operaie che, pulendo gli alveari e rimuovendo da esse i cadaveri delle larve infette, si infettano esse stesse e quando nutrono le larve sane con il cibo trasmettono la malattia;
  • gli acari della varroa possono anche portare malattie: è stato da loro che è stato isolato il virus della covata del sacco;
  • le api ladre e le api vagabonde possono diventare una fonte di infezione;
  • Anche le attrezzature di lavoro, i pettini, gli abbeveratoi, gli alimentatori non trattati possono contenere infezioni.

Le api operaie infette sono i portatori più comuni del virus tra le famiglie nell'apiario. La diffusione dell'infezione si verifica quando vengono effettuate incursioni o può verificarsi quando si riorganizza il favo da api malate a api sane.

Segni di malattia della covata di api

Il periodo di incubazione per lo sviluppo dell'infezione dura 5-6 giorni, dopodiché si possono facilmente notare i segni della covata sacculare, come nella foto, dopo aver esaminato i favi:

  • i coperchi sono aperti o perforati;
  • i favi hanno un aspetto variegato per l'alternanza di celle sigillate con celle vuote;
  • le larve sembrano flaccide e acquose sotto forma di sacche;
  • i cadaveri delle larve si trovano lungo la cellula e giacciono sul lato dorsale;
  • se le larve sono già secche, hanno l'aspetto di una crosta marrone con la parte anteriore piegata verso l'alto.

Esternamente, i pettini con la covata colpita assomigliano a una malattia marcia. La differenza è che con la covata sacculare non c'è odore di marcio e una massa viscosa quando si rimuovono i cadaveri. Inoltre, con la covata sacculare, l'infezione si diffonde più lentamente che con la peste. Nella prima estate, dal 10 al 20% delle famiglie può ammalarsi. Se la malattia non viene curata, nella seconda estate può essere colpito fino al 50% delle api nell'apiario.

In una forte colonia, le api scartano la covata morta. Un segno di una famiglia indebolita: i cadaveri intatti delle larve rimangono ad asciugare nelle cellule. Il grado di danno della covata sacculare è determinato dal numero di larve morte nei favi.

Importante! Gli apicoltori hanno notato che le api ammalate che raccolgono non funzionano in modo produttivo come quelle sane e la loro aspettativa di vita è ridotta.

Come diagnosticare la covata larga nelle api

Le api possono soffrire di diverse malattie contemporaneamente, inclusa la covata sacculare, che ha caratteristiche comuni con la peste americana ed europea. In questo caso, i segni chiari di questa malattia non sono facili da rilevare. Per fugare ogni dubbio, un campione di pettini 10x15 cm viene inviato al laboratorio per l'analisi.

Attualmente esistono molti metodi per la diagnosi di laboratorio delle malattie virali delle api:

  • saggio immunosorbente collegato;
  • reazione a catena della polimerasi (PCR);
  • metodo di chemiluminescenza e altri.

Hanno tutti diversi svantaggi per il rilevamento di ceppi dello stesso virus. La più accurata è la reazione a catena della polimerasi.

I risultati dell'analisi sono pronti in 10 giorni. Se la malattia è confermata, la quarantena viene imposta all'apiario. Se fino al 30% delle api si ammala, l'apicoltore separa le famiglie malate da quelle sane e le porta fuori a una distanza di circa 5 km, organizzando così un isolatore.

Quando viene trovato più del 30% di quelli infettati da covata sacculare, viene organizzato un isolatore nell'apiario e tutte le famiglie ricevono la stessa alimentazione.

Attenzione! Una diagnosi accurata può essere effettuata solo in un laboratorio speciale dopo il test.

Baggy bee covata: trattamento

Se viene rilevata un'infezione, l'apiario viene messo in quarantena. Il trattamento della covata sacculare viene effettuato solo per colonie debolmente e moderatamente danneggiate. Le famiglie con gravi danni vengono distrutte. Prima di iniziare il trattamento stesso, vengono prese diverse misure per migliorare la salute della famiglia malata:

  1. I telai di covata vengono aggiunti agli alveari infetti all'uscita dalle colonie sane.
  2. Sostituiscono le regine malate con quelle sane.
  3. Isolano bene gli alveari e forniscono cibo alle api.

Inoltre, per rafforzarsi, vengono riunite due o più famiglie malate. Il trattamento deve essere effettuato in alveari disinfettati, da cui vengono rimossi i telai con una grande quantità di covata malata.

Non esiste una cura per l'infezione in quanto tale. Gli agenti usati per trattare le api malate con covata sacculare indeboliscono solo i sintomi della malattia nelle api. Nella prima metà dell'estate, gli individui infettati da covata sacculare vengono nutriti con sciroppo di zucchero con l'aggiunta di Levomicetina o Biomicina (50 ml per 1 litro di sciroppo).

Secondo l'opinione degli apicoltori, il trattamento della covata sacculare può essere effettuato utilizzando l'aerosol Endoglukin. La spruzzatura viene eseguita 3-5 volte ogni 5-7 giorni. In questo caso, la temperatura dell'aria dovrebbe essere compresa tra + 15 ... + 220A PARTIRE DAL.

La cessazione temporanea (per 1 settimana) della deposizione delle uova è considerata un modo efficace per controllare la diffusione della covata sacculare. Per fare questo, la regina dell'alveare viene rimossa e al suo posto viene piantato un utero sterile.

Avvertimento! La quarantena viene rimossa dall'apiario un anno dopo il completo recupero di tutte le api.

Disinfezione di arnie e attrezzature

La lavorazione sanitaria per la covata sacculare di oggetti in legno, compresi gli alveari, viene eseguita come segue:

  1. Spruzzato con una soluzione di perossido di idrogeno al 4% (0,5 l per m22).
  2. Dopo 3 ore lavare con acqua.
  3. Asciugare per almeno 5 ore.

Successivamente, nuove colonie di api possono essere popolate negli alveari e l'attrezzatura in legno può essere utilizzata per lo scopo previsto.

Il resto degli accessori utilizzati quando si lavora in apiario subiscono la stessa disinfezione del caso della malattia della peste:

  • i favi degli alveari malati sono soggetti a surriscaldamento a t 700Con o disinfettato con vapori di soluzione di formalina all'1% (100 ml per 1 m3), poi ventilato per 2 giorni e solo successivamente utilizzato;
  • i favi possono essere trattati con una soluzione al 3% di perossido di idrogeno, irrigati fino a riempire completamente le cellule, agitare, sciacquare con acqua e asciugare;
  • asciugamani, accappatoi, grembiuli dall'alveare vengono disinfettati facendo bollire per mezz'ora in una soluzione al 3% di carbonato di sodio;
  • le reti facciali vengono bollite per 2 ore in una soluzione di perossido di idrogeno all'1% o 0,5 ore utilizzando Vetsan-1;
  • gli strumenti in metallo vengono trattati con perossido di idrogeno al 10% e acido acetico o formico al 3% 3 volte ogni ora.

Uno dei metodi semplici ed efficaci di disinfezione è considerato il trattamento con fiamma ossidrica.

Il terreno su cui si trovavano gli alveari con famiglie di covate sacculari infestate viene trattato con candeggina al ritmo di 1 kg di calce per 1 m2 con il metodo di scavare fino a una profondità di 5 cm, quindi viene applicata un'abbondante irrigazione del territorio con acqua.

Metodi di prevenzione

È stato notato che la maggiore distribuzione della covata sacculare si verifica con tempo fresco e umido, in colonie di api deboli, in alveari scarsamente isolati con nutrizione insufficiente. Pertanto, al fine di prevenire l'insorgenza e la diffusione della malattia della covata di api, è necessario creare determinate condizioni nell'apiario:

  • mantenere solo famiglie forti;
  • approvvigionamento alimentare sufficiente;
  • completa integrazione di proteine ​​e vitamine;
  • tempestivo rinnovo e isolamento dell'alveare, buona manutenzione;
  • controllo obbligatorio dell'alveare in primavera, soprattutto con tempo fresco umido;
  • l'ubicazione delle case delle api in luoghi asciutti e ben illuminati dal sole;
  • pulizia e disinfezione regolari delle attrezzature per l'apicoltura ogni primavera dopo il letargo delle api.

È necessario ispezionare gli alveari almeno una volta ogni 2 settimane. Al primo segno di covata sacculare, è necessario prendere ogni precauzione per mantenere in salute le altre api.

Conclusione

La covata baggy non può essere completamente curata, poiché il metodo esatto di trattamento non è stato ancora sviluppato. L'applicazione triplice dei farmaci raccomandati con un intervallo di 7 giorni rimuove solo i segni clinici della malattia. Il virus rimane in famiglia finché è presente l'acaro varroa, il principale portatore del virus. Tuttavia, la creazione di condizioni favorevoli per la formazione di forti colonie di api riduce il rischio di diffusione della covata sacculare.


Guarda il video: sull asportazione della covata per combattere la varroa (Dicembre 2022).

Video, Sitemap-Video, Sitemap-Videos