Consigli

Subinvoluzione uterina nelle vacche: trattamento e prevenzione

Subinvoluzione uterina nelle vacche: trattamento e prevenzione


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La subinvoluzione uterina nelle vacche è un evento comune e viene diagnosticata nei bovini subito dopo il parto. La violazione dello sviluppo dell'utero, con un trattamento adeguato, non causa gravi conseguenze e non porta alla morte, ma il danno economico dovuto alla mancanza di prole può essere piuttosto significativo. Le ragioni della subinvoluzione dell'utero sono molto spesso il suo allungamento eccessivo durante una gravidanza multipla o un feto di grandi dimensioni, tuttavia, anche le condizioni di detenzione degli animali sono di non piccola importanza nello sviluppo della patologia.

Cos'è la subinvoluzione uterina nelle mucche

L'involuzione dell'utero nelle mucche è un rallentamento nel recupero di un organo nello stato in cui si trovava prima della gravidanza. La subinvoluzione dell'utero si manifesta come segue:

  • le sue funzioni contrattili sono notevolmente indebolite;
  • il restringimento delle fibre muscolari rallenta;
  • iniziano i processi atrofici (degenerativi);
  • c'è una sospensione nella rigenerazione della mucosa e dei vasi sanguigni nella regione uterina;
  • il recupero dell'apparato legamentoso rallenta.

Tutto ciò porta al fatto che durante la subinvoluzione, un gran numero di lochia inizia ad accumularsi nella cavità uterina - secrezioni postpartum fisiologiche, che consistono principalmente di sangue e muco. Di conseguenza, le pareti dell'utero sono allungate, il che impedisce i suoi processi contrattili. Se, allo stesso tempo, i microrganismi dannosi sono penetrati nella lochia, inizia il processo della loro decomposizione attiva e del decadimento: i prodotti di decomposizione della lochia e delle tossine vengono assorbiti nel flusso sanguigno e provocano una forte intossicazione del corpo dell'animale.

Il pericolo per la salute delle mucche non è tanto la subinvoluzione dell'utero stesso, ma le sue conseguenze. Molto spesso, se si inizia il trattamento, la malattia porta allo sviluppo di endometrite acuta e cronica in soggetti malati, che possono causare infertilità. Inoltre, la subinvoluzione dell'utero nelle vacche nei casi gravi provoca disturbi funzionali delle ovaie.

Importante! Il picco nello sviluppo della subinvoluzione uterina nelle mucche si verifica alla fine dell'inverno - all'inizio della primavera.

Eziologia della subinvoluzione uterina nelle vacche

La storia medica della subinvoluzione dell'utero in una mucca include i seguenti possibili fattori che contribuiscono allo sviluppo della patologia:

  • mancanza di deambulazione regolare, mancanza di movimento (soprattutto più vicino al parto);
  • scarsa alimentazione;
  • consumo eccessivo di mangime succulento (insilato, sottobosco, bagassa);
  • mancanza di vitamine;
  • dieta sufficiente, ma estremamente monotona;
  • iperestensione meccanica della cavità uterina con un feto grande o gravidanze multiple;
  • idropisia dell'embrione e delle membrane;
  • ritardo nel rilascio della placenta;
  • parto difficile e mancanza di assistenza tempestiva in hotel;
  • indebolimento generale dell'animale dopo una lunga malattia.

Si ritiene inoltre che lo sviluppo della subinvoluzione dell'utero nelle mucche avvenga con la mastite, che interrompe la connessione tra le funzioni contrattili della cavità uterina e le ghiandole mammarie. Inoltre, la patologia può manifestarsi se, dopo il parto, alla mucca non è permesso di leccare il vitello - questo processo di solito innesca il risveglio dell'istinto materno negli animali.

Segni e diagnosi della subinvoluzione uterina

I primi sintomi della subinvoluzione uterina includono i seguenti cambiamenti nella fisiologia e nel comportamento degli animali:

  • la mucca si comporta in modo pigro, apatico;
  • l'appetito diminuisce notevolmente;
  • si verifica una perdita di peso;
  • la produzione di latte diminuisce in modo significativo;
  • assenza di dimissione dal canale del parto entro una settimana dal parto, dopo di che la lochia marrone acquosa viene rilasciata in grandi quantità;
  • il canale cervicale rimane leggermente aperto (1-2 dita vi passano liberamente).

Diagnostica la subinvoluzione dell'utero nelle vacche attraverso l'esame vaginale e rettale. I segni di patologia sono un grave edema delle mucose della vagina e l'iperemia del canale del parto. Anche due settimane dopo il parto, la cavità uterina è notevolmente ingrandita rispetto al suo stato prima della gravidanza e si trova nella cavità addominale inferiore. Con il contatto fisico attraverso il retto, si avverte chiaramente la lassità dell'utero, non c'è reazione di contrazione al massaggio. A volte puoi sentire le caruncole attraverso il muro della cavità uterina.

Importante! La durata della malattia è in media di 1-1,5 mesi. La conseguenza della subinvoluzione dell'utero nelle vacche è solitamente un ritardo nei cicli riproduttivi.

Trattamento dell'atonia uterina nelle vacche

Non vale la pena ritardare il trattamento della subinvoluzione dell'utero nelle mucche: il ritardo può portare al fatto che la patologia diventa cronica. Gli animali vengono trattati in modo complesso, utilizzando contemporaneamente agenti stimolanti e sintomatici:

  1. Alle vacche malate viene iniettata per via endovenosa o intra-aortica "Ossitocina" o "Nitutrin" (10 unità ogni 100 kg di peso corporeo con un intervallo di 3-4 giorni).
  2. La "pituitrina" viene iniettata per via sottocutanea (4-6 unità per 100 kg di peso).
  3. La soluzione "Methylergobrevina" (0,1-0,2 mg) si è dimostrata efficace nel trattamento dell'atonia uterina.
  4. Risultati positivi si osservano dopo iniezioni di "Mammofizin" (13-15 UI per ogni 100 kg di peso corporeo).
  5. In caso di intossicazione grave, le mucche vengono iniettate per via endovenosa con una soluzione di glucosio al 40% (250-500 ml). La sostanza aiuta inoltre a ripristinare il tono della cavità uterina.
  6. Una volta al giorno per tre giorni, puoi iniettare "Kamagsol-G" (200 ml). Se necessario, questo periodo viene aumentato.
  7. La soluzione all'1% di "Ichthyol" viene iniettata tre volte in una vena. Deve prima essere diluito, secondo le istruzioni.
  8. Viene iniettato per via sottocutanea (30-40 ml) un preparato di tessuto (è adatto un estratto dal fegato e dalla milza). Di solito è sufficiente un singolo utilizzo, tuttavia è consentito reiniettare in una settimana se il primo non ha dato il risultato desiderato.
  9. Nella seconda settimana dopo il parto, il "Sapropel" riscaldato viene utilizzato per via intravaginale, che dovrebbe attivare le funzioni contrattili dell'utero nella mucca e accelerare il processo di rimozione della lochia.

    Va notato che l'atonia della cavità uterina nelle vacche riduce notevolmente la sensibilità muscolare a farmaci come la pituitrina, la mammofizina e l'ossitocina. Per migliorare il loro effetto sul corpo di un animale malato, è necessario condurre una singola iniezione sottocutanea di soluzione di Sinestrol al 2% in un dosaggio di 2-3 ml al giorno prima della somministrazione del farmaco.

Se una grande quantità di secrezioni si accumula nella cavità uterina e l'uso di farmaci non causa miglioramenti evidenti, è necessario pulirne il contenuto meccanicamente. Per questo, la lochia viene pompata usando una speciale pompa a vuoto.

È particolarmente importante prestare attenzione alla natura del sanguinamento. Se hanno un odore distinto di decomposizione, significa che il processo di intossicazione è iniziato. In questo caso, è necessario sciacquare ulteriormente l'utero della mucca con una soluzione disinfettante. Come tale, è adatta una soluzione di cloruro di sodio al 3-5% o bicarbonato di sodio al 2-3%. Dopo tale trattamento, la cavità uterina viene necessariamente lavata con acqua pulita.

Importante! Inoltre, agli animali malati viene prescritto un massaggio della cavità uterina attraverso il retto a intervalli di 2-3 giorni e passeggiate regolari. Ciò è necessario per rafforzare la retrazione dei muscoli uterini e quindi accelerare il recupero.

Prognosi della malattia

La subinvoluzione dell'utero è un fenomeno abbastanza comune e, in generale, non causa lo sviluppo di gravi patologie in un animale malato. L'intossicazione settica si verifica in casi eccezionali. Con un trattamento tempestivo, la prognosi è positiva: le vacche si riprendono piuttosto rapidamente dalla malattia e non hanno problemi con il parto in futuro.

D'altra parte, se la malattia è iniziata, possono sorgere una serie di complicazioni. Molto spesso, dopo la subinvoluzione dell'utero, le mucche sviluppano endometrite, che a sua volta porta alla sterilità.

Prevenzione della subinvoluzione uterina nelle vacche

La prevenzione delle malattie prevede una serie delle seguenti misure:

  • camminare regolarmente;
  • una dieta varia e completa con integratori vitaminici;
  • assistenza tempestiva in caso di parto difficile;
  • somministrazione intra-aortica di una soluzione di novocaina all'1%;
  • iniezioni di vitamine A, B, D, E durante la stagione fredda, quando gli animali sono in stalla;
  • bere il colostro dopo il parto;
  • erogazione di acqua calda salata;
  • massaggio postpartum della cavità uterina attraverso il retto;
  • somministrazione sottocutanea di "ossitocina" o "pituitrina" (30-40 U);
  • iniezione endovenosa di una soluzione di glucosio al 20% (200 ml).

Separatamente, vale la pena notare le iniezioni sottocutanee di colostro agli animali malati: questo è un metodo molto efficace per prevenire la subinvoluzione uterina nei bovini. Il colostro viene prelevato da una vacca subito dopo il parto e 30 ml della sostanza vengono iniettati quotidianamente per diversi giorni successivi. L'effetto del colostro sul tono degli organi riproduttivi si basa sul ricco contenuto di composti estrogenici che attivano la funzione motoria dell'utero.

Conclusione

La subinvoluzione dell'utero nelle mucche è causata dallo stiramento dell'organo dopo la gravidanza, tuttavia, il suo tono insufficiente è influenzato, prima di tutto, da una dieta monotona, sovralimentazione con mangime succulento e mancanza di movimento. Pertanto, il rispetto di semplici misure preventive può ridurre significativamente la probabilità di sviluppare la malattia negli animali. Inoltre, le mucche possono ricevere una varietà di stimolanti per diverse settimane dopo il parto per aiutarle a riprendersi più velocemente.

Se non presti sufficiente attenzione al trattamento degli animali malati, hanno una diminuzione del periodo di utilizzo produttivo. In altre parole, tali mucche devono essere abbattute, il che causa un danno economico significativo all'azienda agricola.

Per ulteriori informazioni su come trattare l'infiammazione postpartum nella cavità uterina nei bovini, guarda il video qui sotto:


Guarda il video: La CHETOSI 57 malattie metaboliche della bovina da latte (Dicembre 2022).

Video, Sitemap-Video, Sitemap-Videos