Consigli

Vino Ranetki fatto in casa: una ricetta semplice

Vino Ranetki fatto in casa: una ricetta semplice


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I vini di mele non sono comuni come le bevande alcoliche all'uva o ai frutti di bosco. Tuttavia, il vino di mele ha il suo gusto unico e un aroma molto forte; quasi tutti amano questa bevanda. La ricetta per il vino fatto in casa a base di ranetki è abbastanza semplice e la tecnologia della sua preparazione non differisce molto da quella tradizionale (utilizzata nella vinificazione dell'uva). Ci sono alcune sfumature nella produzione di vino dalle mele, che un enologo alle prime armi deve conoscere.

Puoi imparare a fare il vino da ranetki a casa in questo articolo. C'è anche una tecnologia dettagliata in cui ogni processo viene descritto passo dopo passo.

Caratteristiche del vino di ranetki

I ranetki sono varietà di mele a frutto piccolo, il cui peso non supera i 15 grammi. Tali frutti crescono principalmente negli Urali, nelle regioni settentrionali e in Estremo Oriente. Le mele Ranetki differiscono dalle altre mele per un alto contenuto di sostanza secca nei frutti, cioè hanno meno succo rispetto ad altre varietà.

Il vino Ranetka risulta essere molto aromatico, la bevanda ha una bella tonalità e può essere conservata per diversi anni. A sua discrezione, l'enologo può preparare sia vino secco che secco o vino da dessert dal ranetki - tutto dipende dalla quantità di zucchero nel mosto.

Per fare del buon vino fatto in casa da ranetki, devi conoscere alcune semplici regole:

  • Prima di fare il vino, i ranetki non devono essere lavati, poiché sulla buccia delle mele sono presenti funghi del vino, necessari per la fermentazione. Se, per qualche motivo, le mele vengono lavate, dovrai aggiungere il lievito di vino al mosto o fare un lievito speciale.
  • Per la vinificazione vengono utilizzati piatti in vetro, alluminio o plastica. Non puoi cuocere il vino in un contenitore di metallo, altrimenti si ossiderà. Lo stesso si può dire per i cucchiai o le palette che intralciano il mosto: dovrebbero essere di legno o di plastica.
  • Il succo di ranetok deve essere fermentato in un contenitore con un collo largo (pentola, bacinella o secchio) in modo che la massa sia opportunamente miscelata e nulla impedisca al mosto di lievitare. Ma per la fermentazione, il succo del ranetki è meglio collocato in una nave con un collo stretto, quindi il contatto del vino con l'ossigeno sarà minimo.
  • Durante la fase di fermentazione, il vino deve essere isolato dall'aria, quindi è necessario trovare un coperchio ermetico per la bottiglia o il barattolo, che contiene il vino del ranetki. Per garantire una maggiore tenuta, è possibile utilizzare la plastilina o la paraffina, che viene utilizzata per trattare i punti di contatto del coperchio con la nave.
  • Il contenuto di zucchero naturale di Ranetki non supera il 10%, questo è sufficiente solo per il vino secco. Se vuoi una bevanda più dolce, aggiungi da 120 a 450 grammi di zucchero al mosto per ogni litro di succo di mela.
  • Non puoi versare tutto lo zucchero nel mosto in una volta sola. Questo deve essere fatto in parti: prima aggiungere metà dello zucchero, poi altre due volte, un quarto di porzione. Questo approccio ti consentirà di controllare il gusto del vino, per ottenere la dolcezza ottimale della bevanda. Inoltre, il lievito di vino è in grado di lavorare solo una certa percentuale di zucchero. Se il contenuto di zucchero del vino è superiore al valore consentito, la fermentazione si interromperà improvvisamente.
  • È consentito diluire il succo di ranetka con acqua pura, ma nel farlo è necessario capire che l'aroma naturale del vino e il suo gusto diminuiscono con ogni litro d'acqua. È meglio non aggiungere acqua al vino, o farlo in caso di emergenza (ad esempio, quando le mele sono molto acide e lo zucchero da solo non può migliorare il gusto del vino).
  • Non puoi aggiungere il lievito di birra (secco o pressato) al vino, quindi puoi ottenere solo il mosto di ranetki. Per la vinificazione viene utilizzato lievito di vino speciale, ma è abbastanza difficile trovarli in vendita. Puoi sostituire il lievito di vino con la pasta madre all'uvetta, che i vignaioli preparano da soli.
  • Prima di fare il vino, le mele vengono accuratamente selezionate, foglie, ramoscelli, frutti marci o vermi della ranetka vengono rimossi. I semi del ranetki devono essere tagliati, poiché daranno al vino un sapore amaro.
  • Mani, utensili e contenitori per la vinificazione devono essere assolutamente puliti, poiché vi è un alto rischio di introdurre nel vino microrganismi patogeni, che portano all'acidità della bevanda o alla comparsa di muffe. Pertanto, i piatti vengono sterilizzati con acqua bollente o vapore e le mani devono essere lavate con sapone o guanti di gomma.

Attenzione! Il vino di mele è considerato il più "capriccioso": potrebbe non fermentare affatto o interrompere improvvisamente la fermentazione, trasformarsi in aceto. Pertanto, è molto importante per un enologo seguire l'esatta tecnologia di produzione del vino da Ranetki.

Una semplice ricetta per il vino di ranetki con istruzioni dettagliate

I vini di mele sono molto gustosi e aromatici, quindi non è necessario aggiungere altri frutti o bacche, utilizzare ricette complesse. Una buona bevanda fatta in casa richiede gli ingredienti più semplici:

  • 25 kg di ranetki;
  • 100-450 grammi di zucchero per ogni litro di succo di mela;
  • da 10 a 100 ml di acqua per ogni litro di succo (si consiglia di aggiungerla quando il ranetki è molto acido);
  • lievito di vinificazione o lievito madre a base di uvetta (a meno che il vino non fermenti da solo).

La tecnologia passo passo per produrre vino fatto in casa si presenta così:

  1. Preparazione del ranetki. I frutti del ranetki vengono selezionati, puliti da terra o polvere, asciugandosi con un panno morbido (asciutto). Quindi il torsolo viene rimosso dalle mele insieme ai semi e alle pareti rigide. I ranetki vengono tagliati a fette di dimensioni adeguate.
  2. Ottenere il succo. Ora devi fare la cosa più difficile: spremere il succo dal ranetki. Per fare questo, le mele devono prima essere tritate, questo può essere fatto usando un tritacarne, uno spremiagrumi, un frullatore, una grattugia o un robot da cucina. Il compito dell'enologo è, idealmente, ottenere il puro succo di ranetka. Ma per il vino è adatta anche la salsa di mele semiliquida.
  3. Il succo spremuto o il ranetki schiacciato in uno stato di purea vengono trasferiti in una padella smaltata o in una ciotola di plastica. Prova il purè di patate per lo zucchero e l'acido. Se necessario, aggiungi zucchero e acqua al ranetki. Mescola la massa e copri il contenitore con diversi strati di garza.
  4. Mettere la pirofila in un luogo caldo e tenerla lì per diversi giorni. Dopo 6-10 ore dovrebbero apparire segni di fermentazione: sibilo, formazione di schiuma, odore acido. Ciò significa che il processo sta andando bene. Affinché il vino del ranetki non diventi acido, è necessario abbassare costantemente la polpa (grandi particelle di mele che galleggiano sulla superficie, la buccia), perché è in essa che è contenuto il lievito di vino. Il mosto del ranetki viene regolarmente mescolato con una spatola di legno - dopo 6-8 ore.
  5. Dopo tre giorni, la polpa dovrebbe galleggiare completamente, formando una massa densa e schiumosa sulla superficie del vino. Ora può essere raccolto con un cucchiaio e passato al setaccio o alla garza. Versare il succo di ranetok in una bottiglia. Aggiungi lo zucchero - circa 50 grammi per ogni litro di succo di mela.
  6. Mescolare il mosto, riempirlo con non più del 75% del contenitore di fermentazione (bottiglia grande o barattolo da tre litri). È necessario indossare un sigillo d'acqua sotto forma di una copertura speciale, un guanto medico o un tubo per rimuovere l'anidride carbonica. Metti il ​​contenitore con il vino in un luogo caldo e buio.
  7. Dopo 5-7 giorni, è necessario assaggiare il vino e, se necessario, aggiungere più zucchero - non più di 25 grammi per ogni litro di succo. Per fare questo, scolare con cura una piccola porzione di vino e incorporarvi lo zucchero, dopodiché lo sciroppo viene versato nuovamente nella bottiglia.
  8. Dopo un'altra settimana, la procedura con lo zucchero può essere ripetuta se il vino risulta essere troppo acido.
  9. Il vino di ranetki può fermentare da 30 a 55 giorni. La fine di questo processo è testimoniata da un guanto sgonfio, dall'assenza di bollicine nel mosto, dalla precipitazione e dall'illimpidimento del vino stesso. La bevanda può ora essere drenata dal sedimento utilizzando una cannuccia di plastica.
  10. Al vino drenato dal sedimento si possono aggiungere zucchero, alcool o vodka (se previsto dalla ricetta). Riempite le bottiglie di vino fino in fondo e portatele in un luogo fresco (in cantina), dove la bevanda maturerà per 3-4 mesi.
  11. Regolarmente è necessario ispezionare il vino dal ranetki per la comparsa di sedimenti. Se lo strato di sedimenti è superiore a 2-3 cm, il vino viene versato in un contenitore pulito. Fallo finché la bevanda non diventa trasparente.
  12. Ora il vino finito viene versato in bellissime bottiglie e inviato in cantina per la conservazione.

Importante! La forza dell'alcol naturale di mela (senza fissaggio con alcol o vodka) non supera il 10-12%, quindi non è necessario conservarlo per più di cinque anni.

Non è molto facile produrre vino da ranetki a casa, ma un buon risultato è garantito se si osserva pienamente la tecnologia di produzione di una bevanda alcolica. Prepara il vino di mele almeno una volta e ne amerai per sempre il colore ambrato e l'aroma pronunciato!


Guarda il video: Non sai cosa preparare per cena? Prova questa ricetta, se prepara in 10 minuti #5 (Novembre 2022).

Video, Sitemap-Video, Sitemap-Videos