Consigli

Quando e con che frequenza annaffiare gli alberi di albicocca in primavera e in estate

Quando e con che frequenza annaffiare gli alberi di albicocca in primavera e in estate


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'albicocca è una coltura da frutto che richiede il rispetto delle norme agrotecniche. Questo albero cresce bene nelle regioni centrali della Russia, attecchisce bene e porta frutti negli Urali. Tuttavia, per ottenere un raccolto abbondante e di alta qualità, è necessario sapere come annaffiare un'albicocca. La mancanza di umidità porterà all'appassimento del fogliame e alla morte della pianta. L'acqua in eccesso può causare marciume radicale. Tutto ciò porta non solo alla morte, ma anche allo schiacciamento dei frutti e al nanismo dell'albero.

Devo annaffiare l'albicocco

La necessità e la quantità di annaffiatura dell'albicocca dipendono da molti fattori:

  • età della pianta;
  • stagione;
  • condizioni meteorologiche e climatiche della regione.

La pianta ha un rizoma di rubinetto. La sua formazione inizia già nei primi anni di vita e dal secondo possono raggiungere una profondità di 2 metri. Pertanto, l'albicocca può essere definita resistente alla siccità.

D'altra parte, la cultura ha un delicato colletto di radice. In nessun caso dovrebbe essere impregnato d'acqua, poiché vi è un enorme rischio di morte a causa della cattiva circolazione dell'aria.

Da qui la conclusione: è necessario annaffiare l'albicocca quando fiorisce, dopo il trapianto, in primavera e in estate, ma nel rispetto di alcune regole.

L'aspersione è il modo migliore per annaffiare durante il caldo

Quando annaffiare un'albicocca in primavera

Al risveglio dall'inverno, è imperativo irrigare. Nelle regioni aride, questo viene fatto prima e durante la fioritura. Tuttavia, bisogna prestare attenzione al clima della regione. Se nell'area in cui viene coltivata l'albicocca in primavera piove frequentemente e arriva tardi, molto probabilmente la pianta ha abbastanza umidità.

Nella maggior parte delle regioni, la fioritura avviene in aprile. E anche prima nella parte meridionale del paese. Questi fattori devono essere presi in considerazione e basati su di essi quando si determina la necessità di irrigazione. Se la primavera è arrivata presto e in inverno non c'era praticamente neve, la pianta ha bisogno di annaffiare.

La seconda irrigazione dell'albicocca in fiore dura circa 2 settimane dopo l'inizio della comparsa dei boccioli. Se il tempo è caldo e soleggiato, è imperativo annaffiare l'albero. Puoi determinare la necessità di umidità del suolo.

È possibile annaffiare l'albicocca durante la fioritura

Durante la fioritura, deve essere annaffiato, prima di cui si consiglia di allentare e rimuovere tutte le erbacce. Successivamente, è necessario eseguire la pacciamatura. Può essere segatura o torba, humus. L'importante è non mettere il pacciame molto vicino al tronco, poiché ciò può causare la decomposizione delle radici.

Durante la fioritura, l'albicocca è soggetta ad annaffiature obbligatorie.

Quante volte annaffiare l'albicocca

La coltura tollera bene le alte temperature, ma a condizione che il terreno sia ancora inumidito. Ciò è particolarmente vero per le giovani piante e le piantine di albicocche. Più invecchia, meno richiede la frequenza dell'irrigazione.

Quante volte deve essere annaffiata l'albicocca dopo la semina

Subito dopo aver piantato la piantina, va annaffiata abbondantemente, anche se il giorno prima pioveva. Questo non solo inumidirà il terreno, ma lo compatterà.

In questa fase, è meglio irrigare attraverso i fori, in porzioni. In questo caso è imperativo aggiungere la seconda porzione di acqua solo dopo che la prima è stata assorbita. Si consiglia di spruzzare intorno alla coltura per prevenire l'erosione del suolo.

Attenzione! In genere sono necessari 1-2 secchi per innaffiare una piantina.

Come annaffiare un'albicocca

Esistono 4 metodi principali per annaffiare un'albicocca:

  • attraverso buchi e solchi;
  • irrigazione a goccia;
  • spolverata.

L'irrigazione attorno allo stelo con un tubo flessibile non è adatta, poiché esiste la possibilità di inondare il colletto della radice.

È molto semplice calcolare la quantità di liquido per una pianta adulta: sono necessari 10 litri di acqua per ogni anno di vita.

È meglio irrigare l'albicocca attraverso i fori, attorno alla corona

Come innaffiare un'albicocca durante la fioritura

Sarà meglio annaffiare correttamente gli alberi di albicocca in primavera attraverso fori e solchi. Le scanalature sono realizzate in un anello attorno alla corona. Dovrebbero essere 2 volte più piccoli del suo diametro.

La quantità di acqua viene calcolata in base all'età, ad esempio 1 secchio sarà sufficiente per una pianta di un anno, due per una di 2 anni e così via. Non dimenticare il tempo, se non è molto caldo, è necessaria meno acqua.

Importante! Si consiglia la pacciamatura dopo aver annaffiato l'albicocca.

Annaffiare l'albicocca dopo la fioritura

L'ultima irrigazione stagionale si effettua solitamente nel mese di ottobre, viene anche chiamata ricarica idrica. È necessario per preparare la pianta per lo svernamento e riposarla dopo aver lasciato cadere fogliame e fruttificazione.

L'irrigazione può essere effettuata mediante irrigazione a goccia o fori passanti. Per 1 mq. m. vicino alla zona del tronco, sono necessari 5 secchi d'acqua. Se è ancora caldo, e anche caldo fuori, la quantità di acqua dovrà essere aumentata, fino a 300 litri per un'albicocca adulta.

Dopo aver posto la piantina nel terreno, deve essere irrigata abbondantemente

Irrigazione in estate

Indubbiamente l'annaffiatura primaverile dell'albicocca è molto importante, ma l'albero necessita di annaffiature anche d'estate. Cade in un periodo in cui inizierà presto la maturazione dei frutti. A seconda delle condizioni climatiche, parliamo di metà giugno - inizio luglio.

Se vengono impostati molti frutti, sarà necessaria più acqua. L'irrigazione a pioggia è consigliata nella stagione calda. Usando un annaffiatoio con uno spray, inumidisci l'area sotto la corona. Il momento ideale per annaffiare è mattina o sera e il migliore in una giornata nuvolosa.

Dopo la fine della fruttificazione e della raccolta, gli alberi vengono annaffiati solo nel sud del paese e solo in caso di grave siccità.

Dopo l'irrigazione, si consiglia di pacciamare il terreno attorno al raccolto.

Conclusione

Innaffiare l'albicocca è necessaria raramente, ma con attenzione, osservando alcune semplici regole. La cosa principale è ricordare sempre che l'irrigazione ordinaria con un tubo flessibile non funzionerà per questa pianta, poiché il rischio di decadimento del colletto della radice è notevolmente aumentato. Dopo l'irrigazione, si consiglia di pacciamare la zona della radice in modo che l'umidità non evapori così rapidamente. È sempre necessario tenere conto delle caratteristiche climatiche della regione in cui cresce la cultura. Per determinare la necessità di irrigazione, è necessario scavare una buca tra le file di alberi fino a 40 cm di profondità. Mescola il terreno all'interno e prendi una piccola quantità di terra, strizzala nel palmo della mano. Il terreno saturo di umidità non si sfalderà e rimarrà unito in una massa densa.

La cura e l'irrigazione adeguate delle albicocche sono garanzia di un grande raccolto.


Guarda il video: POTATURA E FORMA DI ALLEVAMENTO DELL ALBICOCCO guida con consigli per la potatura (Febbraio 2023).

Video, Sitemap-Video, Sitemap-Videos