Consigli

Edema mammario dopo il parto: cosa fare

Edema mammario dopo il parto: cosa fare


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Non è raro che una mucca abbia una mammella dura e gonfia. Molto spesso, questa situazione si verifica a causa di una violazione del deflusso della linfa e della circolazione sanguigna immediatamente dopo il parto. La patologia è considerata non pericolosa per la salute dell'animale, ma è necessaria un'azione tempestiva.

Perché la mammella di una mucca è gonfia?

Una mammella dura può essere osservata in una mucca per diversi motivi. Ma nella zona a maggior rischio ci sono i rappresentanti dei bovini che hanno partorito per la prima volta o che soffrono di malattie cardiache e renali. In presenza di eventuali patologie, l'edema si verifica in una mucca diverse settimane prima del parto e, dopo il parto, non va via per molto tempo e peggiora solo.

Le ragioni principali per la formazione di edema duro includono quanto segue:

  • tossicosi;
  • la presenza nella dieta di una grande quantità di cibo succoso e aspro;
  • malattie cardiache e renali;
  • mancanza di uno stile di vita attivo durante la gravidanza;
  • contusioni e ferite alla mammella.

Importante! L'edema da parto andrà quasi sempre via da solo. Ma è sempre necessario monitorare l'animale e le condizioni della sua mammella per prevenire lo sviluppo di mastiti.

Il pericolo di edema è il seguente:

  • indurimento della mammella - una crescita eccessiva di pelle e tessuti nella mammella che tende ad ispessirsi e portare a una diminuzione della produzione di latte;
  • la mastite è una patologia grave caratterizzata da compattazione della mammella, sviluppo di suppurazione e infiammazione.

Gonfiore della mammella in una giovenca

Se la mammella è gonfia in una vacca che è ancora in fase di gravidanza, ciò può indicare che la giovenca ha problemi di salute o è difficile tollerare la gravidanza. Un nodulo al seno solido dovrebbe essere un motivo per vedere un medico.

Gonfiore della mammella prima del parto

La mammella di pietra di una mucca può essere osservata diversi giorni prima del parto. Gli allevatori esperti raccomandano di non farsi prendere dal panico in questo caso, poiché questo è un normale processo fisiologico. Prima del parto, la ghiandola mammaria si gonfia, preparandosi a ricevere le prime porzioni di colostro, si verificano cambiamenti ormonali in tutto il corpo.

Gonfiore della mammella dopo il parto

I proprietari di bovini osservano più spesso l'edema nella mucca dopo il parto. Questo è un fenomeno fisiologico che dovrebbe scomparire da solo 3-4 giorni dopo il parto. A questo punto, si consiglia al proprietario di ridurre la quantità di cibo umido nella dieta dell'animale, nonché la quantità di liquido consumato.

Se dopo il tempo specificato il problema non scompare, vale la pena iniziare il trattamento, poiché il lungo ristagno di latte, che si forma in presenza di edema, può causare lo sviluppo di mastiti e altre gravi patologie.

Nelle giovenche da primo vitello, un forte gonfiore della mammella può essere causato da un flusso di latte in eccesso. In questo caso, si consiglia di aumentare il numero di mungiture e massaggiare le zone dure.

Sintomi di infiammazione della mammella

Non tutti i proprietari di vacche possono riconoscere il gonfiore della mammella. Di solito è visto sulla schiena o sull'intero seno. In alcuni casi, c'è un gonfiore alternato dei lobi della ghiandola mammaria. Visivamente, questo può essere visto da questo segno: i capezzoli (dietro o davanti) si accorciano.

I sintomi dell'edema includono quanto segue:

  • la mammella è soda, ha una "consistenza" di pasta, cioè c'è una pelle ispessita che non riacquista la forma precedente se ci si preme sopra;
  • i capezzoli (spesso la schiena) si accorciano;
  • la temperatura è normale;
  • la mammella è soda, liscia, fredda al tatto, appare pallida, ma indolore;
  • parte della ghiandola mammaria è ingrandita;
  • il latte ha una consistenza acquosa quando viene munto.

Attenzione! Molto spesso, è possibile mungere meno latte da un seno con edema che da uno sano. Questo è direttamente correlato alla ridotta circolazione sanguigna nella parte dura della ghiandola mammaria.

Come alleviare il gonfiore della mammella in una mucca dopo il parto

Poiché il gonfiore della mammella nelle mucche può essere dovuto a diversi motivi, i metodi per eliminarli possono differire.

Se l'edema è di natura postpartum e la mammella non è dura ovunque, il trattamento in quanto tale non è richiesto. Ci vorrà circa una settimana prima che il problema scompaia. Se la mammella è troppo dura e disturba la mucca, è meglio iniziare immediatamente una terapia complessa. Include le seguenti manipolazioni e raccomandazioni:

  • mungitura frequente - almeno 6 volte al giorno;
  • massaggio dell'edema, che viene eseguito dal basso verso l'alto;
  • cambiare i componenti della dieta: è necessario rimuovere tutto il mangime umido, introdurre una grande quantità di fieno di alta qualità;
  • ridurre la quantità di fluido consumato;
  • trattamento farmacologico.

Importante! I medicinali per il trattamento sono prescritti da un veterinario. Di solito, gli esperti raccomandano l'uso di decongestionanti, gluconato di calcio e diuretici.

Durante il trattamento, indipendentemente dalla natura che sarà, è necessario aderire a una serie di regole che aiuteranno ad accelerare il processo di guarigione:

  • mantenere la pulizia nel luogo in cui è tenuta la mucca;
  • trattamento delle mani prima della mungitura;
  • lavare le mammelle con acqua tiepida;
  • sfregamento della crema nei capezzoli (per eseguire manipolazioni prima e dopo la mungitura);
  • mungitura di alta qualità: non è consentita alcuna violazione della tecnica di mungitura;
  • Sostegno alla mammella con un corsetto speciale (andrà bene qualsiasi giarrettiera in grado di sostenere una mammella pesante). Ciò è necessario affinché l'animale non provi disagio e dolore;
  • eseguire lozioni da paraffina o polvere di fieno;
  • mantenere la temperatura ottimale nella stanza in cui la mucca è la maggior parte del suo tempo.

Con il giusto approccio, l'edema della mammella post-parto in una vacca non richiede trattamento.

Trattamento dell'edema della mammella dei bovini

Se la mammella di una mucca si è indurita, ma questo non è associato al parto, ciò potrebbe indicare la presenza di alcune patologie. Una ghiandola mammaria dura è in questo caso solo un sintomo di una malattia più grave, che deve essere trattata per prima.

Per la nomina di una terapia efficace, è necessario stabilire la causa esatta del gonfiore. Questo è di competenza del veterinario, poiché ogni malattia ha le sue caratteristiche.

  1. Lesione. Una massa dura della mammella può essere innescata da un infortunio. Il processo di trattamento in questo caso dipenderà dalla gravità della lesione. Molto spesso, uno specialista prescrive iniezioni di novocaina, che alleviano il dolore e riducono l'infiammazione. Con ferite chiuse gravi, può essere raccomandato di applicare il freddo su una ghiandola mammaria solida (efficace solo nelle prime ore dopo aver ricevuto un livido). Nei giorni successivi viene prescritto un effetto sulla lesione con il calore: UHF, bagni termali, ecc. Se necessario si esegue il massaggio: con movimenti leggeri si sfrega la zona dura dal basso verso l'alto. Ematomi gravi vengono aperti per eliminare il livido (la procedura viene eseguita non prima di 3-5 giorni dopo l'infortunio). Una ferita aperta viene trattata con antibiotici e farmaci sulfa, prescritti dal corso.
  2. Mastite. Se la mammella di una mucca è diventata ruvida a causa dello sviluppo della mastite, l'edema viene rimosso solo dopo aver stabilito il tipo di malattia:
  • con la mastite catarrale, viene prescritto il massaggio, che viene eseguito dall'alto verso il basso, nonché la frequente produzione di latte;
  • l'edema sieroso della mammella (mastite) viene trattato con suzione frequente (ogni 2 ore) e massaggio dal basso verso l'alto;
  • con mastite purulenta, non si osserva solo una mammella dura, ma anche la presenza di sensazioni dolorose. In questo caso, il massaggio non è raccomandato.

L'animale deve anche essere limitato nella nutrizione, esclusi i concentrati e i mangimi succosi. Tra i medicinali che vengono prescritti più spesso per la mastite (catarrale e purulenta), si possono distinguere soluzioni di streptomicina o penicillina. Vengono introdotti nella mammella utilizzando un catetere 20 minuti prima della mungitura, durante i quali i farmaci vengono rimossi dal corpo.

Per un riassorbimento più rapido dell'edema solido, si consiglia di utilizzare unguenti di iodio e ittiolo, nonché impacchi e avvolgere la mammella.

L'edema maligno nei bovini viene diagnosticato raramente. Ma non dovrebbe nemmeno essere escluso se una mucca ha un problema che ha partorito pochi mesi fa o non è ancora stato coperto.

Molti allevatori di bestiame esperti raccomandano di trattare l'animale non solo con farmaci, ma anche con la medicina tradizionale, che può ammorbidire le formazioni solide e alleviare il gonfiore:

  • saldatura con acqua di aneto;
  • aggiungere un decotto di camomilla all'acqua potabile per ridurre l'infiammazione e alleviare il gonfiore;
  • applicare le foglie di cavolo sulla zona dura della mammella: il prodotto aiuta ad alleviare il gonfiore, idrata la pelle;
  • saldare l'animale con un decotto di bacche di ginepro, boccioli di betulla o coda di cavallo.

Azioni preventive

Prevenire l'edema mammario è molto più facile che curarne le conseguenze. Pertanto, si consiglia di adottare una serie di misure per aiutare a evitare lo sviluppo della patologia:

  • molto spesso, la malattia può essere osservata nelle giovenche di primo vitello, quindi è importante che stabiliscano la dieta corretta (escludendo i mangimi concentrati e riducendo la quantità di quelli succosi) e organizzando il passatempo attivo;
  • il locale in cui è tenuto l'animale deve essere mantenuto pulito. La lettiera deve essere cambiata quotidianamente e, nel periodo successivo al parto, questa procedura viene eseguita al meglio due volte al giorno;
  • la presenza di correnti d'aria, sbalzi di temperatura e alta umidità dell'aria è inaccettabile nella stalla;
  • indipendentemente dall'età, i bovini non dovrebbero ricevere sali da leccare durante il periodo di rischio e il consumo di sale da cucina dovrebbe essere ridotto al minimo.

Una mammella rossa in una mucca e il suo gonfiore il più delle volte non è una malattia, ma solo un sintomo di problemi di salute, che devono essere prevenuti in primo luogo.

Conclusione

Se la mammella della mucca è soda, ma indolore, non c'è febbre e nessun deterioramento della salute generale, allora il gonfiore può essere considerato non pericoloso per la salute. In ogni caso, sono necessarie l'osservazione dell'animale e l'adesione a una serie di raccomandazioni fornite.


Guarda il video: POST-PARTO. 10 Cose da sapere sui primi giorni dopo il parto. I consigli dellostetrica (Febbraio 2023).

Video, Sitemap-Video, Sitemap-Videos