Consigli

Api selvatiche: foto di dove vivono

Api selvatiche: foto di dove vivono


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Le api selvatiche sono gli antenati delle api mellifere domestiche di oggi. Per lo più il loro habitat sono aree remote dagli insediamenti umani: foreste selvagge o prati. Tuttavia, di tanto in tanto, durante i periodi di sciamatura, le api selvatiche migrano e si stabiliscono in prossimità degli esseri umani.

Api selvatiche: descrizione con foto

Le api selvatiche sono molto simili alle api domestiche in termini di struttura familiare e stile di vita, ma ci sono alcune differenze tra queste specie. Ad esempio, la dimensione di un'ape selvatica è 3-4 volte inferiore a quella di un'ape domestica (rispettivamente 3,5 e 12 mm).

Che aspetto hanno le api selvatiche

A differenza degli insetti domestici a strisce, quelli selvatici sono prevalentemente monocromatici. Inoltre, la gamma di colori di questa specie di insetti è più chiara e sottile. Le loro ali sono trasparenti e sottili. Puoi vedere come sono le api selvatiche nella foto qui sotto.

La testa di questa specie è relativamente grande. Su di esso sono fissati rigidamente due complessi occhi sfaccettati, ciascuno dei quali ha un angolo di visione di circa 180 °. Inoltre, sulla sommità della testa si trovano diversi occhi semplici, necessari per l'orientamento da parte del sole.

Una speciale striscia chitinosa, chiamata labbro superiore, copre l'apparato boccale dell'insetto. Il labbro inferiore si è evoluto in una proboscide. La proboscide per la raccolta del nettare nelle specie selvatiche è sottile e relativamente lunga. Gli organi dell'olfatto - antenne, hanno 11 o 12 segmenti (nei maschi e nelle femmine).

Importante! Gli organi del gusto si trovano non solo sulla proboscide, ma anche sulle zampe dell'insetto.

La puntura, situata all'estremità dell'addome, è seghettata, quindi rimane bloccata nel corpo della vittima. Quando si cerca di estrarlo, anche l'insetto muore.

Come tutti gli insetti sociali, le api selvatiche hanno un'elevata organizzazione sociale. Alla testa della colonia c'è l'utero, che è il capostipite delle operaie, delle giovani regine e dei fuchi. Tra i lavoratori, i loro ruoli sono rigidamente fissi, che cambiano a seconda della loro età: scout, collezionisti, capofamiglia, costruttori, ecc.

Il numero medio di una colonia di api può variare da 2 a 20mila individui. Tuttavia, si possono trovare anche famiglie molto piccole, che non contano più di una dozzina o centinaia di individui, e persino singoli insetti.

Varietà

Le api che vivono allo stato selvatico sono disponibili in diversi tipi:

  1. Solitario. Conducono una vita solitaria: la femmina depone le uova e alleva da sola la generazione successiva. Di solito, queste specie impollinano solo una specie di piante (e, di conseguenza, si nutrono solo del suo nettare). Un esempio è l'ape alfalfa, un importante impollinatore coltivato commercialmente in tutto il mondo.
  2. Semi-pubblico. Formano piccole famiglie di dieci individui, il cui scopo è lo svernamento. Dopo lo svernamento, la famiglia si scioglie e ogni insetto vive lo stile di vita del solitario. Un tipico rappresentante sono le api-halictidi.
  3. Pubblico. Hanno una rigida struttura sociale, ripetendo la struttura della famiglia. Hanno un elenco molto più ampio di piante impollinate e sono facilmente riqualificabili per un altro tipo di nettare. Hanno un'immunità molto forte. Sono collettivamente protetti e hanno un comportamento aggressivo. Le api forestali sono un tipico rappresentante del pubblico. Le api forestali sono presentate nella foto seguente.

Dove vivono le api selvatiche

Le api forestali vivono principalmente in profonde cavità di grandi alberi o alti ceppi, il cui nucleo è marcito. Di solito, l'ingresso dell'alveare selvatico è il foro attraverso il quale esce la conca.

Inoltre, le api selvatiche possono stabilirsi nelle fessure delle rocce e nelle fessure degli alberi secchi e le loro case sono difficili da trovare. A differenza delle vespe, che costruiscono le loro abitazioni interamente di cellulosa, possono solo sigillare fessure relativamente strette con la cera, quindi preferiscono scegliere strutture già pronte per le loro abitazioni con passaggi stretti, ma con una capacità elevata.

Caratteristiche di allevamento

Non ci sono caratteristiche riproduttive in questi insetti rispetto a quelli domestici, tuttavia, tenendo conto della maggiore durata della vita dell'utero, nonché circa 1,5 volte il numero di uova da esso deposte all'anno, sciameranno molto più spesso.

Dove le api selvatiche svernano

Le api selvatiche non hanno luoghi speciali per lo svernamento. L'alveare delle api selvatiche, che nella maggior parte dei casi è un tronco d'albero vuoto, inizia a preparare le api per l'inverno da settembre.

Gli abitanti riempiono tutti i vuoti possibili con favi, che vengono riempiti di miele o, in sua assenza, ne coprono i bordi con la cera. Inoltre, entro la fine dell'estate e nel primo mese di autunno, c'è un secondo picco nel tasso di natalità per la stagione in modo che la famiglia soddisfi l'inverno il più numeroso possibile.

I benefici del miele delle api selvatiche

Il miele di questi insetti ha un sapore aspro, un aroma forte e una maggiore densità rispetto al miele fatto in casa. Il suo colore è più scuro, a volte raggiunge il marrone. La concentrazione di pane d'api e cera in esso è significativamente più alta.

Poiché le piante del miele vivono lontano da fonti di inquinamento ambientale e raccolgono il loro miele da una più ampia varietà di piante, il loro miele è molto più sano e più rispettoso dell'ambiente rispetto al miele "domestico". Il campo di applicazione di tale miele è molto ampio: viene utilizzato nel trattamento di molte malattie dalle infezioni respiratorie acute ai dolori articolari.

A causa della sua composizione, tale miele può durare più a lungo.

In che modo le api selvatiche differiscono dalle api domestiche

Nonostante le somiglianze nella struttura sociale, nei metodi di allevamento e nell'adattabilità ai cambiamenti negli ecosistemi, le api domestiche e selvatiche presentano un gran numero di differenze.

Oltre alle caratteristiche del colore precedentemente menzionate, differiscono anche per alcune caratteristiche anatomiche. Quindi, in natura, un guscio chitinoso più resistente, specialmente nella zona del torace, e un pelo più spesso (in modo da non congelare durante lo svernamento). Inoltre, alcune specie di insetti forestali possono sopravvivere a temperature fino a -50 ° C. Anche la forma delle loro ali è molto specifica: le loro ali anteriori sono significativamente più lunghe di quelle posteriori.

La velocità di volo di un insetto "vuoto" è di circa il 15% superiore a quella di un insetto domestico "vuoto" (rispettivamente 70 e 60 km / h); sebbene quando le piante di miele volano con una bustarella, le loro velocità sono le stesse (25 km / h).

Nonostante la somiglianza degli istinti comportamentali, le specie selvatiche sono creature più aggressive e attaccano qualsiasi potenziale nemico. Il loro numero consente loro di non aver paura di quasi tutti i nemici. La tossicità del loro veleno è vicina a quella dei calabroni e il suo piccolo volume è più che compensato da un numero enorme di aggressori.

Le regine "selvagge" sono molto più grandi delle loro lavoratrici. La differenza di massa può raggiungere 5-7 volte (per le famiglie, questa cifra è 2-2,5 volte). Vivono fino a 7 anni. In totale, un tale utero depone circa 5 milioni di uova durante la sua vita, la stessa quantità nelle regine "domestiche" è circa 5-10 volte inferiore.

Le specie selvatiche hanno anche un'immunità molto più persistente, che consente loro di resistere all'enorme numero di parassiti di cui soffrono le forme domestiche. Ad esempio, varie zecche Akarapis o Evarro non hanno affatto paura di questi insetti.

Come domare le api selvatiche

Se trovi un nido di api selvatiche, puoi provare a trasferirle in un alveare artificiale, tentando così di domarle. È meglio farlo in primavera quando hanno una piccola covata. Puoi farlo in altri periodi dell'anno, tuttavia, quando ti trasferisci, una parte della famiglia muore sempre, ma vorrei preservare quante più copie possibile di insetti.

In primo luogo, gli abitanti dovrebbero essere fumati fuori dalla loro casa e raccolti in un contenitore per il trasporto. Questo può essere fatto praticando diversi fori dal fondo dell '"ingresso principale" dell'abitazione. Successivamente, un tubo viene inserito nei fori e il fumo viene alimentato attraverso di esso. Gli insetti iniziano a uscire dai fori di uscita, dove possono essere banalmente raccolti con un cucchiaio e posti in uno sciame.

Quando la maggior parte dei lavoratori è nello sciame, è necessario trasferire il loro utero.

Importante! Il successo dell'intera impresa dipende dal successo di questa azione. È necessario aprire l'alveare, raccogliere i favi e trovare l'utero tra di loro.

Tuttavia, il più delle volte, la regina lascia l'alveare con le api operaie quando circa l'80% della popolazione ha lasciato l'alveare.

Quindi la famiglia viene trasferita in un apiario e sistemata in un alveare. Si consiglia di espellere il miele dal favo delle api selvatiche e posizionarlo nelle immediate vicinanze dell'alveare in modo che le api inizino a riempire nuovi favi con il proprio miele.

Le api selvatiche sono pericolose?

Le api selvatiche nella foresta o nei campi possono rappresentare un serio pericolo per l'uomo, poiché sono molto più aggressive nei confronti degli intrusi. Inoltre, il veleno d'api selvatico è molto più concentrato e tossico di quello delle loro controparti domestiche.

Le punture di api possono causare sensazioni molto dolorose con gonfiore del sito del morso e aumento della temperatura corporea. Inoltre, anche se una persona non ha una reazione allergica al veleno di un'ape domestica, questa non è una garanzia che tutto andrà bene con un morso ricevuto da un'ape selvatica. La maggior parte delle manifestazioni di pseudoallergia vengono registrate proprio con i morsi delle api selvatiche.

Importante! Se viene trovato un nido di api selvatiche, non dovresti avvicinarti e cercare di arrampicarti all'interno per banchettare con miele selvatico senza speciali dispositivi di protezione.

Ambulanza per morsi

Se una persona viene attaccata da api selvatiche, è necessario fare quanto segue:

  1. Rimuovi la puntura.
  2. Spremi il veleno d'api.
  3. Igienizza la ferita (con acqua saponosa o alcool).
  4. Bevi un farmaco antiallergico.
  5. Applicare ghiaccio sul morso per ridurre il dolore.

Conclusione

Le api selvatiche, sebbene pericolose vicine, sono di grande beneficio per la natura, impollinando un gran numero di varie piante forestali e da campo. A causa della presenza di api selvatiche, ci sono interi ecosistemi, quindi è altamente indesiderabile sterminare questi insetti in modo incontrollabile. Se, per qualche ragione, le api selvatiche hanno scelto un posto per se stesse vicino all'abitazione di una persona, dovrebbero semplicemente essere cacciate da lì senza bisogno di distruzione, fortunatamente ci sono fondi più che sufficienti per questo.


Guarda il video: Recupero sciame dapi con aspirasciami - Bee swarm catch vacuum cleaner GoPro Hero 4 Silver HD 1080p (Dicembre 2022).

Video, Sitemap-Video, Sitemap-Videos